guercino

locandina mostra

26.01.16

Percorsi di segni
Grafica italiana del Novecento nella collezione Luciana Tabarroni della Pinacoteca Nazionale di Bologna
a cura di Elena Rossoni e Fabia Farneti
Inaugurazione: giovedì 28 gennaio ore 11,00
Palazzo Pepoli Campogrande, via Castiglione 7

La collezionista bolognese Luciana Tabarroni (1923-1991) compose la sua raccolta dedicata alla grafica europea del Novecento a partire dal 1953. Organizzata per nazioni, la raccolta ha l’intento di rappresentare attraverso alcuni artisti significativi e soprattutto tramite alcune opere ritenute rappresentative, il percorso delle diverse aree geografiche. Acquistata dallo Stato nel 2002, la collezione si compone di 1948 opere. Dei 272 esemplari della sezione italiana, 104 sono esposti in questa sede e 10 allestiti alla mostra “Giorgio Morandi. Incisioni dalla collezione Luciana Tabarroni” alla Pinacoteca Nazionale di Bologna. In un’ ampia sintesi della parte italiana della collezione, la mostra presenta opere grafiche di artisti che praticarono l’incisione ai massimi livelli. Luciana Tabarroni rifuggiva dai virtuosismi tecnici non motivati da esigenze creative e riteneva che solo un grande artista potesse essere un grande incisore, ragione per cui compaiono nella raccolta quasi tutte le figure più significative della storia dell’arte italiana del Novecento dall’inizio agli anni ottanta. Tra gli altri Boccioni, Severini, Russolo, Wildt, Martini, Soffici, Morandi, Carrà, De Chirico, Casorati, Savinio, De Pisis, Sironi, Bartolini, Viviani, Maccari, Munari, Capogrossi, Vedova, Fontana, Burri, Music, De Vita, Baj, Pozzati, Ceroli.

Mostra organizzata in collaborazione con Bologna Fiere in occasione di Arte Fiera e Società di Santa Cecilia Amici della Pinacoteca Nazionale di Bologna.

PERCORSI DI SEGNI
dal 29 gennaio al 25 aprile 2016
Palazzo Pepoli Campogrande
via Castiglione 7, Bologna

Orari in occasione di ArteFiera
28 gennaio ore 11 inaugurazione
29 gen 9 - 19 / 30 gen 9 - 24 / 31 gen 9 - 19

Orari dal 2 febbraio al 25 aprile
mar e mer 14 -19, da gio a dom 9 - 13,30
Chiuso il lunedì (aperto festivi 28 marzo e 25 aprile e di conseguenza chiuso martedì 29 marzo)

ingresso gratuito

Elenco opere esposte

Umberto Boccioni, La madre che cuce, 1907, puntasecca, mm 368x310, inv. Tip. 30908

Umberto Boccioni, La madre presso il tavolo da lavoro, 1910, acquaforte, mm137x116,

inv. Tip. 30910

Luigi Russolo, Donna al balcone, 1910 ca, acquaforte, mm 254x127, inv. Tip. 30924

Cino Bozzetti, Lena triste, 1910, acquaforte, mm 148x99, inv. Tip. 30888

Pietro Marussig, Testa femminile, 1910 ca, acquaforte e acquatinta, mm 177x130, inv. Tip. 30893

Gino Severini, Ritratto di giovane donna, 1909 ca, puntasecca, mm 275x276, inv. Tip. 30916

 Achille Lega, Sintesi di figura seduta, 1917, acquaforte, mm 184x140, inv. Tip. 31006  

Roberto Baldessari-Iras, Autoritratto con ballerina, 1919, acquaforte, mm 144x102, inv. Tip. 30978

Cino Bozzetti, Il Minotauro, 1907, acquaforte, mm 230x312, inv. Tip. 30939

Luigi Russolo, Trionfo della morte, 1908, acquaforte e acquatinta, mm 240x406, inv. Tip. 30923

Benvenuto Disertori, La nicchia, 1910, xilografia, mm 250x162, inv. Tip. 30887

Arturo Martini, Superuomo, 1913, incisione su piastra d'argilla, mm 294x420, inv. Tip. 30945

Arturo Martini, La violoncellista, 1914, incisione su piastra d'argilla, mm 310x222, inv. Tip. 30946

Alberto Martini, Bacio,1915, litografia, mm 360x260, inv. Tip. 30885

Adolfo Wildt, Maternità, 1914, acquaforte, mm 195x266, inv. Tip. 30881

Carlo Alberto Petrucci, La capanna morta,1915, acquaforte, mm 283x495, inv.Tip. 30903

Ottone Rosai, La casa delle civette, 1912, puntasecca, mm 246x336, inv. Tip. 30984

Francesco Nonni, Vele romagnole, 1913, xilografia, mm 250x490, inv. Tip. 30922

Duilio Cambellotti, La siepe, 1914, xilografia, mm 243x574, inv. Tip. 30891

Ardengo Soffici, Scomposizione di un ponticello, 1913, vetrografia, mm 182x133, inv. Tip. 30897

Guido Balsamo Stella, Volo di gabbiani,1918, acquaforte, mm 348x270, inv. Tip. 30912

Adolfo De Carolis, L'aratura, 1920 ca, xilografia, mm 105x150, inv. Tip. 30883

Luigi Bartolini, Le case dei poveri,1922, acquaforte, mm 192x312, inv. Tip. 30969

Carlo Carrà, Cengio,1924, acquaforte, mm 216x263, inv. Tip. 30905

Giorgio Morandi, Natura morta con bottiglie e brocca, 1915, acquaforte, mm 152x127, inv. Tip. 30950

Giorgio Morandi, Natura morta con pigna, 1922, acquaforte, mm 75x107, inv. Tip. 30953

Giorgio Morandi, Natura morta con panneggio a sinistra,1927, acquaforte, mm 250x358, inv. Tip. 30956

Giorgio Morandi, Natura morta con due oggetti e drappo,1929, acquaforte, mm 237x195, inv. Tip. 30961

Giorgio Morandi, Paesaggio sul Savena, 1929, acquaforte, mm 254x248, inv. Tip. 30960

Giorgio Morandi, Gerani in un bicchiere, 1930 ca, acquaforte, mm 197x167, inv. Tip. 30962

Giorgio Morandi, Natura morta con panneggio,1931, acquaforte, mm 245x313, inv. Tip. 30963

Giorgio Morandi, Veduta della Montagnola,1932, acquaforte, mm 210x332, inv. Tip. 30964

Renato Paresce, Natura morta,1922, acquaforte, mm 100x70, inv. Tip. 30928

Ardengo Soffici, Pere e uva, 1927, xilografia, mm 183x135, inv. Tip. 30898

Luigi Bartolini, Tomatoes (davanzale caltagironese), 1929, acquaforte,  mm 210x252, inv. Tip. 30970

Luigi Bartolini, Pesci e stella di mare, 1930, acquaforte, mm 201x245, inv. Tip. 30971

Felice Casorati, Natura morta, 1931, incisione su cartone, mm 170x200, inv. Tip. 30931

Luigi Bartolini, Storia del martin pescatore, 1935, acquaforte e acquatinta, mm 252x333, inv. Tip. 30973

Giuseppe Viviani, La rapa, 1949, acquaforte, mm 75x200, inv. Tip. 30994

Giorgio Morandi, Natura morta con quattro oggetti e tre bottiglie, 1956, acquaforte, mm 205x197,

inv. Tip. 30966

Carlo Carrà, Amanti, 1927, acquaforte e acquatinta, mm 275x364, inv. Tip. 30906

Giorgio De Chirico, Archeologi, 1927, acquaforte, mm 335x245, inv. Tip. 30940

Adolfo Wildt, Sudario, 1929, litografia, mm 345x257, inv. Tip. 30882

Achille Funi, Figura femminile, 1929, acquaforte, mm 345x247, inv. Tip. 30947

Giacomo Manzù, Donna accovacciata, 1929, acquaforte, mm 135x120, inv. Tip. 31028

Mino Maccari, Due nudi, 1930 ca, acquaforte e acquatinta, mm 171x100, inv. Tip. 30998

Felice Casorati, Modelle nello studio, 1937, acquaforte, mm 390x330, inv. Tip. 30932

Renato Guttuso, Bagnanti, 1944 ca, litografia, mm 132x163, inv. Tip. 31047

Leonardo Dudreville, Composizione, 1918, xilografia, mm 173x280, inv. Tip. 30921

Alberto Magnelli, Pietre e mattoni, 1934, acquaforte, mm 220x170, inv. Tip. 30942

Mauro Reggiani, Silografia 1935, 1935-36 (tiratura 1968), xilografia, mm 141x235, inv. Tip. 30989

Fabrizio Clerici, Paesaggio fantastico,1942, acquaforte e acquatinta, mm 123x175, inv. Tip. 31053

Filippo De Pisis, Il beccaccino, 1944, litografia, mm 204x264, inv. Tip. 30987

Mario Sironi, Illustrazioni per Jacopone da Todi, 1945-46, litografia, mm 437x318, inv. Tip. 30925

Toti Scialoja, Giovinetta con gatto, 1948, acquaforte, mm 118x92, inv. Tip. 31055

Massimo Campigli, Tre donne, 1952, litografia, mm 162x125, inv. Tip. 30983

Anselmo Bucci, Ritratto di Ada Negri, 1926, puntasecca, mm 175x128, inv. Tip. 30938

Giuseppe Viviani, Ritratto di vecchio, 1927, xilografia, 385x268, inv. Tip. 30991

Cagnaccio di San Pietro (Natale Scarpa), La purità, 1935 ca, litografia, mm 328x245, inv. Tip. 30990

Raoul Dal Molin Ferenzona, Ritratto dell'incisore Marcello Boglione, 1934, puntasecca, mm 241x193, inv. Tip. 30900                                                                                                                                                       

Alberto Savinio, Love call, 1944, acquaforte, mm 111x173, inv. Tip. 30967

Felice Casorati, I manichini, 1946, litografia, mm 322x222, inv. Tip. 30934

Paolo Manaresi, Nudo, 1950, acquaforte, mm 148x199, inv.Tip. 31035

Luciano De Vita, a,i,e,o,u, 1953, acquaforte, mm 233x220, inv. Tip. 31103

Atanasio Soldati, Il guerriero, 1951, serigrafia, mm 462x325, inv. Tip. 30988

Bruno Munari, Composizione, 1955, serigrafia, mm 342x330, inv. Tip. 31025

Roberto Crippa, Totem, 1956, litografia, mm 300x230, inv. Tip. 31070

Giuseppe Capogrossi, Superficie, 1957, litografia, mm 470x320, inv. Tip. 31011

Giuseppe Santomaso, Incanto, 1958, acquaforte e acquatinta, mm 330x244, inv. Tip. 31019

Emilio Vedova, Ciclo della protesta, n. 11, 1959, litografia, mm 350x500, inv. Tip. 31062

Giorgio Bompadre, Caduta, 1960, puntasecca, mm 193x195, inv. Tip. 31100

Pietro Consagra, Colloquio, 1962, acquaforte, mm 178x146, inv. Tip. 31066

Luigi Veronesi, Frammenti, 1963, xilografia, mm 482x323, inv. Tip. 31033

Lucio Fontana, Acquaforte n. 2, 1964, acquaforte, mm 365x495, inv. Tip. 31007

Gio Pomodoro, Acquaforte n. 6, 1964, acquaforte, mm 172x231; 173x231, inv. Tip. 31116

Riccardo Licata, Composizione n.2, 1965, acquaforte e vernice molle, mm 250x198, inv. Tip. 31112

Angelo Savelli, The meeting ends, 1965, acquaforte in rilievo, mm 425x325, inv. Tip. 31044

Getulio Alviani, Forn/G.D.1, 1965, serigrafia, mm 448x448, inv. Tip. 31124

Alberto Burri, Combustione n. 4, 1965, acquaforte e acquatinta, mm 520x275, inv, Tip. 31056

Achille Perilli, Il giudizio, 1966, acquaforte e acquatinta, mm 247x390, inv. Tip. 31090

Carlo Nangeroni, Percorso, 1967, acquaforte e acquatinta, mm 321x312, inv. Tip. 31074

Piero Dorazio, Senza titolo, 1968, acquaforte e acquatinta, mm 148x155, inv. Tip. 31093

Giuseppe Santomaso, Omaggio al Crocifisso di Cimabue, 1968, acquaforte, acquatinta, maniera allo zucchero, mm 440x320, inv. Tip. 31020

Luigi Spacal, Sottobosco d'autunno, 1970, xilografia, mm 250x205, inv. Tip. 31027

Afro Basaldella, Campiello I, 1970, litografia, mm 150x250, inv. Tip. 31052

Franco Grignani, Struttura in movimento, 1971, serigrafia, mm 287x287, inv. Tip. 31038

Giulio Turcato, Evanescente, 1973, acquaforte e acquatinta, mm 315x432, inv. Tip. 31050

Arnaldo Pomodoro, Lettera sbarrata, 1977, acquaforte, mm 340x245, inv. Tip. 31088

 Franco Gentilini, Il gatto, 1955, litografia, mm 440x317, inv. Tip. 31040

Antonio Music, Paysage,1956, acquaforte e  acquatinta, mm 174x125, inv. Tip. 31042

Marino Marini, L'impennata, 1957, litografia, mm 585x412, inv. Tip. 31013

Lorenzo Vespignani, Periferia,1958, acquaforte, mm 283x203, inv. Tip. 31080

Antonio Ligabue, Autoritratto, 1960, puntasecca, mm 156x135, inv. Tip. 31009

Gianfranco Ferroni, Memoria d'ebreo, 1963, acquaforte, mm 276x228, inv. Tip. 31091

Marino Marini, Cavalli, 1963, acquaforte e acquatinta, mm 364x284, inv. Tip. 31014

Giuseppe Zunica, Acquaforte n. 52, 1965, acquaforte, 391x297, inv. Tip. 31076

Domenico Gnoli, The pressed shirt, 1961, acquaforte, mm 192x186, inv. Tip. 31119

Concetto Pozzati, In due, 1965, acquaforte e acquatinta, mm 40x147; 99x147, inv. Tip. 31121

Enrico Baj, Le Baron Gunther Sachs von Opel travesti en Vicomtesse de Ribes, 1967, acquaforte, vernice molle, collage, mm 284x243, inv. Tip. 31079

Paolo Carosone, Sex voto, 1971, acquaforte e acquatinta, mm 445x323; 90x51, inv. Tip. 31131

Mario Ceroli, Figure/figure, 1972, serigrafia, mm 422x587, inv. Tip. 31123

Emilio Tadini, Natura morta, 1981, serigrafia, mm 214x247, inv. Tip. 31095

Lucio Saffaro, Il Graal, 1984, litografia, mm 280x240, inv. Tip. 31113

Davide Benati, Foglie, 1988, acquatinta, mm 205x330, inv. Tip. 31133

Giorgio Morandi
incisioni dalla collezione Luciana Tabarroni
a cura di Elena Rossoni e Fabia Farneti
da giovedì 28 gennaio, ore 14,00
Pinacoteca Nazionale di Bologna, via Belle Arti 56

Rispetto alla regola generale che prevedeva la presenza nella collezione di Luciana Tabarroni di 2-3 opere per artista, Giorgio Morandi costituisce un'eccezione, essendo presente con ben 19 incisioni. A partire dalla prima acquaforte acquistata nel 1952, la Natura morta del 1933, l'interesse per l'artista andò accrescendosi negli anni, concentrandosi soprattutto negli acquisti degli anni 1959-1968. Entrarono così a far parte della collezione diverse tipologie di stampe raffiguranti la sua evoluzione stilistica e i suoi temi privilegiati: le vedute di angoli nascosti di Bologna o delle colline nei pressi di Grizzana Morandi, le nature morte di oggetti semplici e dimessi, i mazzolini di fiori variamente composti.

La mostra costituisce il corollario dell'esposizione allestita a Palazzo Pepoli Campogrande "Percorsi di segni. Grafica italiana del Novecento nella collezione Luciana Tabarroni"

Mostra organizzata in collaborazione con Bologna Fiere in occasione di Arte Fiera e Società di Santa Cecilia Amici della Pinacoteca Nazionale di Bologna.

GIORGIO MORANDI, INCISIONI DALLA COLLEZIONE LUCIANA TABARRONI
dal 29 gennaio al 25 aprile 2016
Pinacoteca Nazionale di Bologna
via Belle Arti 56, Bologna

Orari in occasione di ArteFiera
29 gen 14 - 19 / 30 gen 14 - 24 / 31 gen 14 - 19

Orari dal 2 febbraio al 25 aprile
mar e mer 9 - 13,30, da gio a dom 14 -19
Chiuso il lunedì (aperto festivi 28 marzo e 25 aprile e di conseguenza chiuso martedì 29 marzo)

Ingresso Euro 4,00, ridotto Euro 2,00 per possessori biglietto Arte Fiera e biglietto mostra Artefiera 40; altre riduzioni e gratuità di legge