guercino

 

Giovedì 10 novembre ore 17.00: conferenza per il ciclo “La pala d'altare e il suo doppio”

Sabato 12 novembre ore 18.00: Romancero Gitano di Castelnuovo Tedesco, per coro e chitarra

Domenica 13 novembre: “La Via Zamboni MUSICA” apertura straordinaria e eventi legati al tema per l’intera giornata


 

 Giovedì 10 novembre ore 17.00 Aula Gnudi

La pala d'altare e il suo doppio

La Comunione di San Girolamo di Agostino Carracci della Certosa di Bologna

conferenza a cura di Mirella Cavalli

 

“La pala d'altare e il suo doppio” è un ciclo di conferenze dedicate ad un gruppo importante di opere esposte presso la Pinacoteca Nazionale di Bologna, qui pervenute a seguito delle soppressioni napoleoniche, opere che sono state sostituite nei luoghi d’origine nel corso dell’Ottocento da copie realizzate da artisti in particolare rapporto con l’Accademia di Belle Arti di Bologna. Il legame con la città dei dipinti originari, la necessità di “ricucire” la ferita derivata dal trasferimento dei dipinti al Museo, il ruolo dell’Accademia e degli artisti coinvolti, il legame delle diverse chiese con il tessuto cittadino, saranno tutti aspetti che verranno approfonditi nel corso delle conferenze. Tra le opere coinvolte vi saranno la Pala Bentivoglio di Francesco Francia, la Santa Cecilia di Raffaello, la Madonna con Bambino S. Michele arcangelo e Santi di Innocenzo da Imola, la Comunione di S. Girolamo di Agostino Carracci e la Pala dei mendicanti di Guido Reni.

 

Ammirato, celebrato e copiato sin dal XVII secolo, il capolavoro di Agostino Carracci che faceva bella mostra di sé nella chiesa di San Girolamo della Certosa non poteva sfuggire ai commissari francesi del Direttorio che lo prelevarono  nel 1796 e lo portarono in Francia. Dal rientro in Italia nel 1815 il dipinto è esposto in Pinacoteca, mentre dal 1825 nella chiesa della Certosa campeggia l’ingannevole doppio realizzato dal pittore bolognese Clemente Albéri. La genialità dell’ideazione, che ancora oggi possiamo ripercorrere attraverso una rara moltitudine di disegni di Agostino, e la devozione dell’abilissimo copista sono i temi di un’avvincente storia bolognese che dagli imperdibili racconti di Malvasia giungerà sino all’ordine del cardinale Opizzoni di risarcire la chiesa del cimitero cittadino da una ferita mai rimarginata.

 

Ingresso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Bologna

6€ intero / 3€ ridotto

gratuito sotto i 18 anni, soci ICOM, personale MIBACT, iscritti alla Società Santa Cecilia Amici della Pinacoteca Nazionale di Bologna, altre categorie convenzionate

ridotto per possessori della Card Musei Metropolitani Bologna

 


 

Sabato 12 novembre ore 18.00

Romancero Gitano di Castelnuovo Tedesco per coro e chitarra

nell'ambito del Festival corale internazionale città di Bologna a cura del Coro Euridice

 

Il coro da camera Euridice diretto dal direttore spagnolo Maximino Zumalave e accompagnato alla chitarra da Walter Zanetti, esegue Romancero Gitano Op. 152 del compositore italiano Castelnuovo Tedesco (1895 - 1968). Il concerto è inserito nel cartellone del Festival Corale Internazionale “Città di Bologna”, a cadenza biennale, organizzato dal Coro Euridice e con la direzione artistica di Pier Paolo Scattolin, giunta alla decima edizione quest'anno dedicata a Pier Paolo Scattolin nel 40° di direzione del Coro Euridice.

 

Il Festival è cofinanziato dall’AERCO, Associazione Regionale dei Cori dell’Emilia-Romagna, e gode del patrocinio del Comune di Bologna e della Regione Emilia-Romagna e si pregia della collaborazione con la Pinacoteca Nazionale di Bologna, con il San Giacomo Festival e con la Rassegna Itinerari Organistici 2016, oltre che con l’associazione Studium Canticum e il suo progetto “Sconcerti 2016”, con la Fondazione Golinelli e con l’associazione MEdianTe unitamente al Sistema delle Orchestre e Cori Giovanili Italiani.

 

Ingresso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Bologna

6€ intero / 3€ ridotto

gratuito sotto i 18 anni, soci ICOM, personale MIBACT, iscritti alla Società Santa Cecilia Amici della Pinacoteca Nazionale di Bologna, altre categorie convenzionate

ridotto per possessori della Card Musei Metropolitani Bologna

 


 

 

Domenica 13 novembre

“La Via Zamboni” MUSICA

 

“La via Zamboni”, il nuovo programma di eventi culturali a cadenza mensile, realizzato da Comune e Università di Bologna nell'ambito del Protocollo d'intesa per la valorizzazione della zona universitaria sottoscritto la scorsa primavera.

Il programma - che dopo l'inaugurazione del 23 ottobre, prosegue con altre due giornate ricche di appuntamenti tematici dedicati alla Musica, il 13 novembre, e alla Scienza, l'11 dicembre - è realizzato con le istituzioni culturali pubbliche e private che hanno sede sulla via, e comprende tra i vari appuntamenti visite guidate e incontri per scoprire alcuni dei luoghi e dei tesori artistici più preziosi della zona per conoscerne la storia e le curiosità, ma anche mostre, performance e occasioni di intrattenimento culturale dedicati a tutti, giovani, adulti e bambini.

 

Programma completo e info prenotazioni visite guidate: www.laviazamboni.it

 

La Pinacoteca Nazionale di Bologna partecipa con un ricco programma di appuntamenti e con un’apertura straordinaria per l’intera giornata, dalle 10.00 alle 19.00.

 

Eventi in programma:

 

 

ore 11.00

Musica dipinta in Pinacoteca

presentazione a cura di Claudia Pirrello

 Nei dipinti della Pinacoteca di Bologna moltissime sono le opere che raffigurano angeli in atto di cantare o di suonare strumenti musicali. In un percorso che si snoda dal Medioevo al Barocco, si rimarrà incantati dalla varietà di tipologie delle diverse rappresentazioni musicali interpretate dai diversi artisti.

 

 

ore 16.00 Pinacoteca Nazionale, aula Gnudi

Sguardi sonori.

Eroi ed eroine tra sacro e profano. Giuditta

conferenza a cura di Gioia Boattini e Luca Berni

In collaborazione con Bologna Festival

 

La Pinacoteca Nazionale di Bologna organizza anche quest'anno, in collaborazione con Bologna Festival, il ciclo di incontri Sguardi sonori, conversazioni su musica e pittura. Il tema del nuovo ciclo, Eroi ed eroine tra sacro e profano, permetterà di considerare come importanti soggetti biblici o mitologici siano stati trattati nelle due arti, misurandone le tangenze o le differenze rispetto alle loro interpretazioni.

 

Il primo incontro sarà dedicato ai diversi dipinti raffiguranti l'eroina biblica Giuditta conservati in Pinacoteca  Nazionale e a Palazzo Pepoli Campogrande e realizzati da artisti quali Alessandro Tiarini, Lionello Spada, Guido Cagnacci, Giuseppe Marchesi detto il Sansone. In musica verranno presentate composizioni di Alessandro Scarlatti, Francisco António de Almeida, Antonio Vivaldi, Wolfgang Amadeus Mozart e Johann Gottlieb Naumann.

In via eccezionale, in occasione della conferenza verranno esposti due dipinti di Giuseppe Marchesi detto il Sansone, Giuditta nel padiglione di Oloferne e Giuditta con la testa di Oloferne.

 

 

ore 16.30

Una Pinacoteca da favola!,  Tableau vivant

attività per bambini, a cura di Prospectiva s.c.ar.l.

 

Il modo migliore per conoscere qualcuno è mettersi nei suoi panni: come veri attori i bambini si potranno calare negli abiti dei personaggi dei quadri più importanti della Pinacoteca e faranno rivivere le loro storie. Travestirsi, mettersi in posa, studiare il “set” del quadro, può essere un modo per analizzare le opere e sviluppare una conoscenza profonda, perché vissuta in prima persona.

I bambini salteranno magicamente in tre quadri, seguendo le regole di un gioco coinvolgente di sicuro successo in cui nessuno è solo spettatore.

Età consigliata: dai 5 ai 10 anni

 

Si accettano massimo 30 persone (tra adulti e bambini) a incontro, perciò la prenotazione è obbligatoria all'indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Per tutte le iniziative:

ingresso con biglietto della Pinacoteca Nazionale di Bologna

6€ intero / 3€ ridotto

gratuito sotto i 18 anni, soci ICOM, personale MIBACT, iscritti alla Società Santa Cecilia Amici della Pinacoteca Nazionale di Bologna, altre categorie convenzionate

ridotto per possessori della Card Musei Metropolitani Bologna