guercino

Dettaglio della Santa Cecilia di Raffaello

 
Week end di arte e musica alla Pinacoteca Nazionale di Bologna


Sabato 25 e domenica 26 in Pinacoteca Nazionale si svolgeranno tre concerti dei cori Armonia e Sheppard di Bologna e Farthan di Marzabotto, organizzati nell'ambito della rassegna "Voci nei chiostri" promossa da AERCO (Associazione Emiliano Romagnola Cori) in collaborazione con la Pinacoteca. Le esibizioni si terranno in aula Gnudi e saranno precedute da viste guidate ai capolavori del Museo, il sabato in un percorso dedicato al Medioevo e al Rinascimento, la domenica al Manierismo e al Barocco.


Sabato 25
ore 17,00: Da Giotto a Raffaello, a cura di Liliana Geltrude
ore 18,00: Blue Notes al Museo, Coro Armônia, direttore Saverio Martinelli


Domenica 26
ore 17,00: Da Vasari a Giuseppe Maria Crespi, a cura di Gioia Boattini
ore 18,00: Canti dell'anima, Coro Sarah Sheppard di Bologna, direttore Sergio Turra e Coro Farthan di Marzabotto, direttore Elide Melchioni


Le visite guidate prevedono la partecipazione di massimo 30 persone.
Prenotazione obbligatoria per le sole visite guidate
tel: 051 4209406
e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
E’ possibile accedere direttamente alla Pinacoteca anche senza partecipare alla visita guidata.
Ingresso con biglietto della Pinacoteca.
4€ intero / 2€ ridotto
gratuito sotto i 18, soci ICOM, personale MIBACT, e altre categorie convenzionate ridotto per possessori della Card Musei Metropolitani Bologna

I cori
Il Coro Armônia è nato dall'incontro di un gruppo di appassionati del canto popolare spiritual e gospel. Oggi è un Coro a voci miste di circa venti elementi che ha nel proprio repertorio brani raccolti dai più importanti cori americani specializzati nel canto “a-cappella”, ovvero senza accompagnamento strumentale.
Il Sarah Sheppard Ensemble è un gruppo musicale formato da cantanti e da strumentisti. Esso si propone per eseguire dei concerti che comprendono un repertorio di musica barocca (con alcuni brani anche in vocalese), classica moderna e spiritual.


Il Coro Farthan nasce per raccogliere vocalità creative e curiose della valle del Reno (BO) attorno ad un progetto corale che si pone come eclettico a partire dal nome stesso, attinto dall’antica lingua Etrusca. Dall’affascinante etimologia del nome (letteralmente genio, forza creativa), legato al paese in cui ha sede (Marzabotto, antico insediamento Etrusco sull’appennino tosco-emiliano) parte anche la scelta del repertorio: poliedrico, non convenzionale, multietnico e pronto a percorrere nuove strade.