Autore
Maestro dell'Avicenna
(Bologna, prima metà  del XV secolo)
sala
4
Numero d'inventario
281
Maestro dell'Avicenna - Paradiso e Inferno
Titolo
Provenienza
Istituto delle Scienze
Misure
111x78,5
Tecnica
tempera su tavola
Anno
1435 circa

Forse pervenuta nel Settecento alla Clementina con i dipinti donati da Francesco Zambeccari, l'opera è in stretto rapporto iconografico con gli affreschi della parete sinistra della cappella Bolognini in San Petronio, dipinti da Giovanni da Modena tra il 1410 e il 1445.
Già giudicata bozzetto preparatorio, e attribuita addirittura a Giotto nei vecchi inventari, è invece una ripresa coeva che testimonia la suggestione del ciclo petroniano sui contemporanei.
La tavola è stata oggetto di ulteriori studi, che ne hanno collegato l'autore con la contemporanea miniatura.