Autore
Maestro di San Verecondo
(operoso tra Marche e Umbria nel primo trentennio circa del XV secolo)
sala
5
Numero d'inventario
314
Maestro di San Verecondo - Madonna con il Cristo Morto
Titolo
Provenienza
acquistato da Augusto Mazzacorati nel 1900
Misure
116x64
Tecnica
tavola
Anno
1415 / 1430

La tavola, assieme al Sant’Ubaldo Vescovo (inv. 313), costituivano rispettivamente il pannello centrale e quello laterale sinistro di un trittico o di un più ampio polittico smembrato di cui non si ha notizia. La presenza di sant’Ubaldo, vescovo e patrono di Gubbio, consente di indirizzare la realizzazione verso l’area umbro-marchigiana, dove il culto del santo trovò diffusione e dove ne sopravvivono diverse testimonianze iconografiche. Caratteristiche del maestro a cui sono state attribuite le due tavole sono la definizione gracile e sottile delle fisionomie e la definizione psicologica pacata dei personaggi.