Autore
Gaulli Giovan Battista detto Baciccio
(Genova, 1639 - Roma, 1709)
sala
27
Numero d'inventario
1302
Giovan Battista Gaulli detto Baciccio - Caino e Abele
Titolo
Provenienza
donato da Publio Podio nel 1927
Misure
121x104,5
Tecnica
tela
Anno
1667 / 1669

Colpisce il taglio della composizione del dipinto, tutto giocato sulla diagonale del corpo di Abele sviluppata in profondità dalle colline e dalla figura di Caino, che si allontana di spalle fuggendo. Lo sfumato dei contorni, lo spessore materico e il trattamento vigoroso delle superfici, con risalti di colore, sono tratti tipici della produzione giovanile del Baciccio, al cui catalogo la tela è stata assegnata dopo un’iniziale attribuzione a Guido Reni.