Immagine testata web carracci

La Pinacoteca Nazionale di Bologna nasce nel 1808 come quadreria dell’Accademia di Belle Arti, l’istituto d’istruzione sorto dalle ceneri della settecentesca Accademia Clementina. L’antico nucleo, proveniente dall’Istituto delle Scienze, fu in seguito arricchito dalla straordinaria raccolta di quasi mille dipinti frutto delle soppressioni di chiese e conventi compiute dopo l’ingresso delle truppe napoleoniche a Bologna, tra il 1797 e il 1810, e nuovamente a seguito delle soppressioni del 1866 attuate dal nuovo stato italiano.

Nella sede distaccata di Palazzo Pepoli Campogrande è possibile ammirare le sale splendidamente affrescate dai principali protagonisti della grande decorazione bolognese tra la seconda metà del Seicento e gli inizi del secolo successivo: il Salone d’onore con la trionfale Apoteosi di Ercole di Canuti, la Sala di Felsina con le pitture composte e aggraziate dei fratelli Rolli, le sale delle Stagioni e dell’Olimpo, dove l’irriverente Giuseppe Maria Crespi contamina la decorazione celebrativa con i modi della pittura di genere, l’elegante classicismo della Sala di Alessandro di Donato Creti. Gli ambienti del piano nobile di Palazzo Pepoli Campogrande ospitano alle pareti alcuni dipinti della quadreria Zambeccari, la ricca collezione destinata alla pubblica fruizione a fine Settecento dal marchese Giacomo Zambeccari ed entrata a far parte delle raccolte della Pinacoteca nel 1884.  

Proroga mostra sito

La Pinacoteca Nazionale di Bologna propone un importante progetto espositivo dedicato alla figura di Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino. Incentrata su alcuni tra i suoi più significativi dipinti, l’esposizione si focalizza sulle diverse fasi della sua attività, sui motivi del successo del suo atelier e sul rapporto con la clientela e i collaboratori più fidati, con l’obiettivo di chiarire le dinamiche professionali, artistiche e imprenditoriali che hanno caratterizzato il suo prolifico percorso.

La mostra è stata prorogata fino al 25 febbraio 2024. 

La mostra, curata da Barbara Ghelfi e Raffaella Morselli, in collaborazione con lo staff del museo, s’inserisce in una serie di iniziative che dalla città di Bologna si estenderà a diversi siti della Regione e ad altre prestigiose sedi museali nazionali. Tra il 2023 e il 2024 infatti il rinnovato interesse per la tradizione artistica bolognese ed emiliana e per la figura del Guercino porterà diverse istituzioni a organizzare esposizioni e percorsi sul grande maestro della pittura barocca, a partire dalla riapertura della Pinacoteca di Cento, prevista per novembre 2023.

L’esposizione riunisce una ventina di opere, tra cui figurano i capolavori del maestro conservati presso la Pinacoteca Nazionale di Bologna, come la Madonna del Passero (1615-1616), San Sebastiano curato da Irene (1619), La Vestizione di San Guglielmo (1620) e il San Bruno in adorazione della Madonna col Bambino in Gloria (1647). A questi si aggiungono alcuni prestiti mirati di opere dell’artista e dei suoi collaboratori, come l’Autoritratto di collezione privata tedesca, il Padre eterno col puttino, del 1620, proveniente dai Musei di Strada Nuova di Genova, il San Sebastiano del 1619 della Galleria Nazionale delle Marche, L’ortolana che conta le monete, preziosa opera di collaborazione tra il Guercino e il fratello Paolo Antonio. I rapporti tra Guercino, i suoi fidati assistenti e la committenza vengono indagati alla luce di inedite testimonianze d’archivio che contribuiscono a chiarire i sistemi di produzione dell’atelier.

La mostra avrà uno dei suoi punti di forza nell’esposizione dello strumento più utile per comprendere il funzionamento dello studio del pittore, ovvero il Libro dei conti, generosamente concesso in prestito dalla Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna. Il registro, nel quale venivano annotati i quadri venduti, il nome dei clienti e i relativi guadagni, rappresenta un inventario prezioso dei molti dipinti eseguiti nella fiorente bottega del Centese.

Infine il pubblico potrà addentrarsi nei contenuti della mostra e nella conoscenza della tecnica pittorica del Guercino attraverso un tavolo multimediale nel quale saranno proposti alcuni percorsi di approfondimento, a partire dalle novità emerse nel corso delle indagini diagnostiche condotte sulle opere della Pinacoteca di Bologna dal Laboratorio Diagnostico per i Beni Culturali del Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Bologna (Campus di Ravenna) nell’ambito del progetto "Guercino. Oltre il colore".

 

Guercino nello studio

a cura di Barbara Ghelfi e Raffaella Morselli

Pinacoteca Nazionale di Bologna

28 ottobre 2023 - 25 febbraio 2024

 

Mostra organizzata dalla Pinacoteca Nazionale di Bologna

 

Con il patrocinio di

Regione Emilia-Romagna

Città Metropolitana di Bologna

Comune di Bologna

Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, Dipartimento di Beni Culturali

 

Si ringrazia 

Banca di Bologna

 

Con il contributo di

Confcommercio – Ascom Città Metropolitana di Bologna

Federalberghi Bologna – Associazione Albergatori Città Metropolitana Bologna

Boutique Hotel Il Guercino Bologna

Confcommercio – Ascom Provincia di Ferrara

 

Orari di apertura

da martedì a domenica e festivi ore 9 -19

Lunedì chiuso

Ultimo ingresso 30 minuti prima della chiusura

 

Tariffe biglietti

Intero: € 10,00

Ridotto convenzionati: € 6,00

Ridotto Bologna Welcome Card e Card Cultura: € 5,00

Ridotto giovani dai 18 ai 25 anni: € 2,00

Gratuità di legge (elenco sul sito web del Ministero della Cultura www.beniculturali.it) e per i soci della Società di Santa Cecilia. Amici della Pinacoteca di Bologna

Il biglietto comprende l’ingresso alla Pinacoteca Nazionale di Bologna e a Palazzo Pepoli Campogrande entro tre mesi dalla data di emissione 

  

Giornate ad ingresso gratuito 

Ogni prima domenica del mese

Audioguida

All'inizio del percorso è possibile scansionare un qr-code per accedere ai contenuti della mostra direttamente dal proprio smartphone. L'uso degli auricolari è obbligatorio per non disturbare gli altri visitatori.

 

Informazioni per l’accesso per i gruppi con prenotazione obbligatoria 

Accesso per i gruppi (8-25 persone) solo con prenotazione obbligatoria con l’App io Prenoto https://ioprenotoapp.com

L'orario di prenotazione si riferisce all'accesso alla sezione del Barocco dove è allestita la mostra. I gruppi dovranno presentarsi al museo 10 minuti prima. Il tempo di permanenza negli spazi di mostra (sezione Barocco) è di 45 minuti. Trascorso tale tempo gli assistenti di sala potranno invitare i gruppi a lasciare la sezione. Nel rispetto di tutti, si raccomanda la massima puntualità.  

A seguire i gruppi potranno visitare le restanti sezioni del museo.  

Senza prenotazione non sarà possibile accedere. Si consiglia di prenotare lo slot per il massimo della capienza (25 persone) così da evitare che altri gruppi si prenotino nella stessa fascia oraria: il pagamento sia on line che presso la biglietteria fisica sarà comunque effettuato in base al numero effettivo dei partecipanti alla visita.  

La prenotazione non consente un accesso preferenziale alla biglietteria. 

Chi è in possesso del ticket acquistato on line può saltare la fila in biglietteria e recarsi direttamente al punto accoglienza posto al piano terra. 

Non è prevista l’emissione di fattura o di biglietti cumulativi.  

Nelle giornate ad ingresso libero l’accesso ai gruppi potrà essere limitato, in ragione della limitata capienza delle sale espositive.  

Si ricorda che per i gruppi accompagnati è richiesto l'utilizzo di un sistema whisper (microfono e auricolari). 

 

Regolamento di accesso e fruizione

Le visite guidate sono consentite per gruppi fino ad un massimo di 25 persone.

Ad eccezione dei cani guida, gli animali non possono entrare nel museo.

È obbligatorio depositare gli ombrelli all’ingresso.

Zaini e borse dovranno essere obbligatoriamente depositati presso il guardaroba posto al piano terra.

È vietato mangiare, bere e fumare (incluse le sigarette elettroniche).

Si possono scattare foto per solo uso personale ma senza flash, cavalletti e selfie-stick.

Si prega di eliminare la suoneria del cellulare e parlare a bassa voce per non disturbare gli altri visitatori.

In caso di forte afflusso di visitatori, l’accesso può essere contingentato.

 

Informazioni e contatti

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

051.42.09.401-400-405

 

GUERCINO IN HIS STUDIO
Pinacoteca Nazionale di Bologna
28 October 2023 – 25 February 2024

The Pinacoteca Nazionale di Bologna will hold a major exhibition dedicated to the painter Giovanni Francesco Barbieri, known as Guercino. Centred on some of his most important paintings, the event will explore the various phases of his career, the success of his ‘family-run business’, and his relationships with his closest collaborators and clients. The overall aim is to shed light on the professional, artistic and entrepreneurial dynamics which characterised his prolific production.

Curated by Barbara Ghelfi and Raffaella Morselli in collaboration with the museum staff, the exhibition will open to the public on 28 October 2023. The display will be part of a series of initiatives which will extend beyond the city of Bologna to include various venues of the Region of Emilia-Romagna and involve other important national museums. In the context of renewed interest for the artistic traditions of Bologna and Emilia, this year and the next one will in fact see other institutions organise exhibitions and events focusing on the great master of Baroque painting, beginning with the reopening of the Pinacoteca di Cento, scheduled for November 2023.

The exhibition will feature some 20 works, including the masterpieces by Guercino held at the Pinacoteca Nazionale di Bologna, such as the Madonna of the Sparrow (1615-1616), Saint Sebastian Cured by Saint Irene (1619), Saint William Receiving the Monastic Habit (1620) and the Madonna and Child in Glory with Saint Bruno (1647). These will be accompanied by other works by the artist and his collaborators on loan, including the Self-portrait from a private collection in Germany, the Eternal Father with a Little Angel (1620) from the Musei di Strada Nuova in Genoa, the Saint Sebastian (1619) from the Galleria Nazionale delle Marche, and the Vegetable Seller Counting Her Coins, an exquisite collaborative effort between Guercino and his brother Paolo Antonio. The relationships between Guercino, his trusted assistants and his patrons will be examined in light of unpublished archival material which contributes to our understanding of the production systems of the master’s atelier.

In this regard, one of the highlights of the exhibition will be the display of the most useful tool for comprehending the operations of his studio, namely the Libro dei conti, the artist’s account book, which the Biblioteca dell’Archiginnasio of Bologna has generously made available for the occasion. Here are recorded sold paintings, names of clients and earnings: the Libro in fact constitutes a valuable inventory that gives us information about many of the works executed in Guercino’s thriving workshop.

Finally, visitors can learn more about the contents of the exhibition and the master’s painting techniques from the multimedia console, which offers in-depth looks at certain aspects of his production, beginning with the recent findings of diagnostic testing conducted on the works held by the Pinacoteca di Bologna. These analyses were performed by the diagnostic laboratory of the University of Bologna’s Department of Cultural Assets (Ravenna campus) in the context of the project ‘Guercino: Beyond Colour’.

 

Opening hours
from Tuesday to Sunday and holidays from 9 am to 7 pm
Closed on Mondays
Last entry 30 minutes before closing time

 

Price of admission
Full price: €10.00
Reduced prices by agreement: €6.00
Reduced Bologna Welcome Card and Culture Card: €5.00
Reduced price for youth aged 18 to 25: €2.00
Free admission by law (list on the website of the Ministry of Culture www.beniculturali.it) and for the members of the Società di Santa Cecilia. Amici della Pinacoteca di Bologna

The ticket includes admission to the Pinacoteca Nazionale di Bologna and Palazzo Pepoli Campogrande within three months of the date of issue.
  
Free admission days 
Every first Sunday of the month

Audioguide

At the start of the tour you can scan a qr-code to access the exhibition content directly from your smartphone. The use of earphones is compulsory in order not to disturb other visitors.

Information regarding access for groups with mandatory booking 
Access for groups (8-25 persons) only with mandatory booking with the App io Prenoto https://ioprenotoapp.com

The booking time refers to access to the Baroque section where the exhibition is currently set up. Groups must arrive at the museum 10 minutes in advance. The time allowed in the exhibition spaces (Baroque section) is 45 minutes. After this time, the room attendants may invite the groups to leave the section. Out of respect for everyone, the utmost punctuality is recommended.  
The groups will then be able to visit the remaining sections of the museum.  
Without a booking, access will not be possible. It is recommended that the slot be booked for the maximum capacity (25 people) so as to avoid other groups booking in the same time slot: payment both online and at the physical ticket office will in any case be made according to the actual number of participants in the visiting group.  
The booking does not allow for preferential access to the ticket office. 
Those in possession of the ticket purchased online can skip the line at the ticket office and go directly to the reception point on the ground floor. 
No invoice or cumulative tickets will be issued.  
On days with free admission, access for groups may be limited due to the limited capacity of the exhibition halls.  
Please note that the use of a Whisper System (microphone and earphones) is required for accompanied groups. 

 

Regulations on access and use
Guided tours are permitted for groups of up to 25 people.
With the exception of guide dogs, animals are not allowed in the museum.
It is mandatory to deposit umbrellas at the entrance.
Backpacks and bags must be deposited at the cloakroom on the ground floor.
Eating, drinking and smoking (including electronic cigarettes) are prohibited.
Photos may be taken for personal use only but without flashes, tripods and selfie-sticks.
Please turn off your mobile phone ringtone and speak in a low voice so as not to disturb other visitors.
In the event of a large number of visitors, access may be restricted.

 

Information and contacts
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
051.42.09.401-400-405