Pozzo

L’ingresso alla Pinacoteca Nazionale di Bologna è gratuito tutti i venerdì pomeriggio di luglio e agosto, dalle ore 14.00 alle ore 19.00.

L’itinerario di visita della Pinacoteca Nazionale di Bologna si snoda a partire dalle ricche testimonianze del Trecento bolognese, con opere di Vitale da Bologna e di Simone dei Crocefissi, senza dimenticare la significativa presenza del polittico di Giotto e degli affreschi provenienti dalla chiesetta di S. Maria di Mezzaratta, ricomposti secondo la struttura architettonica originale. Il Rinascimento è testimoniato dai ferraresi Francesco del Cossa ed Ercole Roberti e dal bolognese Francesco Francia. Dopo i capolavori di Raffaello (Estasi di santa Cecilia) e Parmigianino (Pala di S. Margherita), il percorso di visita conduce alla riforma di fine Cinquecento, testimoniata dalla consistente produzione dei Carracci, e alla pittura del Seicento emiliano rappresentata da opere di Guido Reni, Domenichino, Francesco Albani, Alessandro Tiarini e Guercino. L'itinerario si conclude col Settecento multiforme - volta a volta aristocratico e popolare - di Giuseppe Maria Crespi, di Donato Creti e dei fratelli Gaetano e Ubaldo Gandolfi.

domenicalmuseo

Domenica 3 luglio 2022 la Pinacoteca Nazionale di Bologna sarà aperta dalle ore 10.00 alle ore 19.00, con ingresso gratuito per tutti i visitatori nell’ambito dell’iniziativa del Ministero della Cultura “Domenica al Museo”.

Nella stessa giornata, dalle ore 10.00 alle ore 14.00, anche Palazzo Pepoli Campogrande sarà aperto in via straordinaria, ugualmente con ingresso gratuito.

riparazioni

La Pinacoteca Nazionale di Bologna partecipa a riparAzioni – Rielaborare ad arte, il programma di attività ideato dall’Accademia di Belle Arti di Bologna che animerà la Piazzetta Roberto Raviola dal 24 giugno al 3 luglio 2022. 

Il programma di riparAzioni – Rielaborare ad arte prevede quattro appuntamenti:

Pasta Workshop, venerdì 24 giugno dalle ore 16.00 alle ore 20.00

Donare Arte, domenica 26 giugno dalle ore 16.00 alle ore 20.00

In and Out: Prove di stampa, venerdì 1 luglio dalle ore 16.00 alle ore 20.00

In and Out: Paesaggi in palmo di naso, domenica 3 luglio dalle ore 16.00 alle ore 20.00

 

In occasione di riparAzioni – Rielaborare ad arte, l'ingresso alla Pinacoteca Nazionale di Bologna sarà gratuito: venerdì 1 luglio dalle ore 14.00 alle ore 19.00, domenica 3 luglio per l'intera giornata (orario di apertura ore 10.00-19.00). 

Foto mezzarattaIn occasione della Festa della Musica, martedì 21 giugno 2022 la Pinacoteca Nazionale di Bologna e Palazzo Pepoli Campogrande saranno aperti dalle ore 20.00 alle ore 23.00.
Presso la Sala di Mezzaratta della Pinacoteca si terrà un evento musicale in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Giovan Battista Martini” di Bologna, che prevederà due repliche alle ore 20.20 e alle ore 21.30, precedute da una breve presentazione al pubblico del ciclo pittorico proveniente dalla chiesa di Santa Maria di Mezzaratta da parte di Jadranka Bentini, Presidente del Conservatorio di Bologna.

Sibilla Cumana

Giovedì 30 giugno e giovedì 14 luglio 2022 la Pinacoteca Nazionale di Bologna e Palazzo Pepoli Campogrande saranno aperti dalle ore 20.00 alle ore 23.00.

Per entrambe le serate, alle ore 21.00 presso la Pinacoteca Nazionale è stata programmata una visita guidata intorno alla Sibilla Cumana di Domenichino, opera concessa in prestito dalla Galleria Borghese di Roma in relazione a una progettualità di scambi e iniziative comuni tra i due musei. La Sibilla Cumana sarà ospitata presso la Pinacoteca fino al 31 luglio 2022.  

Prenotazione obbligatoria solo per la partecipazione alle visite guidate, scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Notte europea dei musei 2022

Sabato 14 maggio 2022 in occasione della Notte euopea dei musei, la Pinacoteca Nazionale di Bologna e Palazzo Pepoli Campogrande prolungheranno il loro orario di apertura sino alle ore 22.00: l'ingresso, a partire dalle ore 19.00, avverrà con l'acquisto di un biglietto al costo simbolico di 1 euro (sono fatte salve le gratuità di legge).